Addio a Heavy D, leggenda dell’Hip Hop

Heavy DLo scorso 8 novembre ci ha lasciato uno degli artisti hip hop più rappresentativi degli anni ’80-’90, Dwight Arrington Myers, in arte Heavy D, leader di Heavy D & the Boyz.

Heavy D, scomparso a soli 44 anni a causa di una polmonite, nasce nel 1967 in Giamaica, ma nei primi anni ’70 si trasferisce con la famiglia a Mount Vernon, New York.

Heavy D & the Boyz (G-Whiz, Trouble T. Roy e Eddie F) furono il primo gruppo a firmare per la Uptown Records, storica etichetta fondata nel 1986 da Andre Harrell e di cui successivamente Heavy D ne diventò presidente. L’album d’esordio del gruppo “Living Large” uscì nel 1987 e sfornò alcuni classici dell’hip hop, come “The Overweight Lover’s in the House”, “Mr. Big Stuff” e “Don’t You Know”.

Al disco di debutto seguirono altri 4 album distribuiti tra il 1989 e il 1994, “Big Tyme”, “Peaceful Journey”, “Blue Funk” e “Nuttin’ but Love”, inframmezzati purtroppo nel 1990 dalla prematura morte a soli 22 anni di Trouble T. Roy. Per Heavy D non mancheranno anche prestigiose collaborazioni, su tutte la celebre “Jam” di Michael Jackson.

Sciolti i the Boyz, Heavy D incise il primo album solista nel 1997 con “Waterbed Hev” (da cui ricordiamo i brani “Big Daddy” e “Keep It Comin'”), a cui seguì nel 1999 “Heavy”, prima di una lunga assenza dalla scena musicale, periodo durante cui Heavy D si dedicò con sempre maggior frequenza alla carriera di attore, recitando in svariati film (“New Jersey Drive”, “Life”, “Step Up” ed il recente “Tower Heist”) e serie tv  (“A Different World”, “Boston Public” e “Law & Order”).

Il ritorno alla musica di Heavy D è datato 2008 con la pubblicazione di “Vibes”, un disco insolito nella carriera del rapper, in quanto un lavoro prettamente reggae, realizzato in omaggio alle sue radici giamaicane. A settembre 2011 l’ultimo lavoro di Heavy D “Love Opus”, a cui seguì nel mese di ottobre un’esibizione live ai BET Hip Hop Awards, la prima dopo ben 15 anni.

R.I.P. HEAVY D

Annunci