David Nesselhauf – Afrokraut (2016)

David Nesselhauf - AfrokrautDavid Nesselhauf è un produttore, compositore e multistrumentista tedesco, nativo di Berlino ma residente da tempo ad Amburgo.

La sua discografia, che conta di 3 album solisti, è molto variegata e sperimentale, con influenze musicali che spaziano dall’elettronica al doom jazz, passando per il funk e il rock.

Figura importante della scena indipendente tedesca, David ha militato come bassista nel gruppo funk Diazpora, band nominata al Bremen Jazz Price del 2012, e ha collaborato con artisti come Pee Wee Ellis, Lew Soloff (Blood, Sweat & Tears), Flo Mega e Faust.

Per il suo ultimo progetto solista David Nesselhauf è andato a riscoprire un genere musicale risalente agli anni ’70 denominato afrokraut, un genere sperimentale frutto dell’unione del rinomato afrobeat con il krautrock tedesco. Un genere presto caduto nell’oblio, ma capace di regalare diverse perle musicali in pochi anni.

L’album, il cui titolo non poteva che essere “Afrokraut”, è composto da 13 brani e si avvale al suo interno di alcune collaborazioni molto interessanti, come il gambiano Amadou Bah, vocalist del primo singolo estratto “Come Along Bintang Bolong”, un irresistibile pezzo di puro afrobeat di cui potete apprezzare di seguito anche il video musicale.

Fondamentale il contributo di Lucas Kochbeck, batterista dei Diazpora, che è parte integrante di svariati pezzi presenti nell’album, come la misteriosa “A Route Obscure” e l’intensa “Dirt Track”. Doverosa citazione anche per le belle voci di Kinga Lizz e Nabil Atassi nella funky “Open Up!”.

La versione moderna dell’afrokraut proposta da David Nesselhauf va oltre i consueti standard della musica contemporanea, proponendoci un disco inusuale e carico di groove. Nonostante i pezzi dell’album siano estremamente ballabili, sono tutti legati tra loro da tematiche importanti e profonde come l’emigrazione e l’esclusione sociale.

«Quest’album è qualcosa che volevo realizzare da molto tempo.» – afferma David Nesselhauf – «Sono sempre stato affascinato da questo piccolo periodo dimenticato della musica popolare tedesca che venne chiamato “afrokraut”. Era un genere pieno di vibrazioni uniche, mai completamente esplorato e svanito molto presto. E, ad essere onesto, il messaggio diffuso tramite questa musica è più valido ora che mai.»

Registrato e mixato con attrezzatura vintage agli Yeah! Yeah! Yeah! Studios di Amburgo, proprio per garantire un suono il più fedele possibile dell’epoca, “Afrokraut” è un disco che risulta autentico e visionario al tempo stesso. Con un suono ricercato e a tratti psichedelico, David Nesselhauf realizza un album davvero convincente, un prodotto insolito nella scena musicale contemporanea e per questo motivo ancor più gradito. Altamente consigliato a chi ama le commistioni musicali.

“Afrokraut”, pubblicato per l’etichetta Légère Recordings, è disponibile nei formati LP (in edizione limitata), CD ed ovviamente digital download, tramite Bandcamp e iTunes.

tracklist:

  1. Boat Mama
  2. Outer Banks
  3. Dirt Track
  4. Come
  5. Come Along Bintang Bolong
  6. MS Utopia
  7. Open Up!
  8. A Route Obscure
  9. Wait for Me
  10. The Routine
  11. Ghost of Your Love
  12. Bosso Fataka
  13. Passport Check

link consigliati: facebook.com/davidnesselhauf

Annunci